Ray Ban Occhiali A Specchio

A mio avviso questo ennesimo gran film del brillante Wes Anderson (già autore di film quali I Tenenbaum, Rushmore, Fantastic Mr. Fox e Moonrise Kongdom) è riuscito a dare dimostrazione di come, per produrre una commedia efficace, non si necessiti di battute scatologiche o di una trama assurda e senza senso. Infatti viene messa in scena una trama abbastanza originale per un film del genere, che riesce anche, in alcune scene fondamentali, a portare ad un’acuta e mai banale riflessione sociale, grazie a dei personaggi (un po’ macchiette, un po’ specchi della società di quei tempi) che riescono ad essere simpatici ma allo stesso tempo sanno mostrare in egual misura i loro pregi e difetti, rendendoli più appetibilie più rispecchiabili con lo spettatore.Il cast all’interno del film (oltre ad essere molto ampio) è di una qualità stellare e figura grandi attori come Fiennes, Brody, Murray Abraham, Dafoe e Murray per dirne alcuni, ed ognuno da una fantastica interpretazione grazie anche alla gestione degli attori e dei personaggi da parte dell’arguto regista.Sotto un punto di vista registico il film gode di una ricercatezza, come nel suo umorismo, che difficilmente trova spazio in molti film odierni, grazie ad inquadrature a telecamera fissa a costruzioni di scenografie quasi cartoonesche che si alternano a scenografie, disegni ed inquadrature che a tratti ricordano molto il cinema anni 30/40 (proprio il periodo in cui si sviluppa la trama).La sceneggiatura è in generale ottima, con una trama che, come già detto, è interessante ed offre degli spunti interessanti sia per quel che riguarda la struttura generale narrativa che per i dialoghi, che spaziano dal surreale al satirico, sempre però mantenendo una comicità stilisticamente ricercata e raffinata che, più che costruire delle gag spezzettate, fa della comicità genuina e naturale sempre in linea con la storia e con i personaggi, restando sempre in costante intrattenimento.Una menzione particolare va fatta anche alla colonna sonora, selezionata meticolosamente in modo da essere ben amalgamata con lo stile e la contestualizzazione del film.Siamo quindi davanti ad uno dei migliori film di questo brillante ed intelligente regista, che riconferma la sua grande qualità e la sua importanza all’interno del panorama comico moderno..

Hodges Richard Brealey Stewart Myers Principles of Corporate Finance (1991)If the team wins then the players get all the credit. Peter McEvoy For Love or Money (2006)These loans were considered partially to blame for the credit crunch. Times, Sunday Times (2016)Your bank or credit card company will require a crime reference number.

Lascia un commento